ENNIO DRI

<<

I 7 IMPEGNI DI CONSAPEVOLEZZA

Molto spesso le cause di tanti fallimenti esperenziali hanno radice nella COMUNICAZIONE, condizionata da quella parte di ego, che non riusciamo a domare. A poco servono i vari corsi di formazione che ci sforziamo di fare se non hanno come obiettivo primario la distruzione dell’ego. Ho iniziato a masticare qualcosa di PNL sistemica con Renzo Maggiore studiando il suo manuale “saper essere”, ma al tempo il mio focus era orientato maggiormente sull’acquisizione di competenze e molto poco rivolto a cercare di aprire il cuore. Trovo ora molto consoni questi “impegni di consapevolezza” che Mauro Scardovelli promuove in rete, perchè mi è sempre più evidente che il mondo esterno, che ci appare così brutto e ingiusto (in realtà è la piattaforma ideale nel momento presente per l’evoluzione della nostra anima), non potrà mai cambiare (essendo lui stesso uno specchio) se prima non cambiamo noi stessi.


1) FORMAZIONE DI GRUPPI. Pieno sviluppo della persona umana (art. 3 comma 2 della Costituzione. Mi impegno con tutte le mie forze, nel processo di evoluzione personale, a trasformare le mie parti egoiche, ancorate ai traumi infantili del passato . Ritengo questa una priorità assoluta per il bene mio e del gruppo.
2) PARTI DISTRUTTIVE. Mi impegno ad allontanare dalla mia psiche ogni parte demoniaca. In questo delicato lavoro cerco il sostegno e l’aiuto del gruppo.
3) PIENA E LIBERA ESPRESSIONE DI SE’. Ogni volta che sento di voler esprimere un mio vissuto nei confronti di un membro del gruppo, lo farò subito o al più presto, senza lasciare che il non detto ristagni e avveleni la mia consapevolezza.
4) CONFRONTAZIONE FRATERNA. Come membro del gruppo, mi impegno a confrontare, in modo gentile e amichevole, ogni persona del gruppo quando manifesta parti egoiche o distruttive. Mi impegno altresì ad accettare confrontazioni nei miei confronti.
5) RACKET E FRATELLANZA NERA. Mi impegno a non praticare più lamentele, pretese e accuse, e ogni forma di inquinanti della mentre che offuscano la consapevolezza producendo distorsioni percettive sugli altri (RACKET). Mi impegno altresì ad evitare ogni forma di fratellanza nera, ovvero il parlare dietro alle spalle di un altro membro del gruppo.
6) TRASPARENZA E GIUSTIZIA RIPARATIVA. Qualora abbia praticato la fratellanza nera, mi impegno ad autodenunciarmi al gruppo e a compiere le azioni che riparano ai danni del veleno che ho prodotto.
7) QUALITA’ DELL’AMORE. Mi impegno a praticare in modo sempre più assiduo le qualità dell’amore o qualità della vita o qualità dell’essere. Che la mia parola possa essere di conforto e sostegno a me e agli altri membri del gruppo e mai di critica distruttiva. Che io possa essere fonte di felicità, leggerezza, forza ed entusiasmo e mai di appesantimento.